Castellammare: Si toglie la vita a 62 anni perchè non trova lavoro

Castellammare di Stabia. La rabbia, la delusione, la ricerca insistente di un lavoro che da anni non arrivava mai. Sta forse dietro tutte queste motivazioni la decisione di Nicola D’Auria, 62enne residente al rione Cicerone, di togliersi la vita. L’uomo, sposato e con due figli maggiorenni, da poco aveva saputo di non aver superato un colloquio di lavoro e non riusciva a trovare una occupazione stabile. Forse per questo ha deciso di compiere un gesto estremo e l’ha fatta finita per sempre. D’Auria è stato trovato impiccato ad un albero, ieri mattina poco dopo le 10.30, in via Giusso, nel cuore dei boschi di Quisisana. Ad avvertire le forze dell’ordine è stata una telefonata anonima che ha segnalato la presenza di un corpo che penzolava da un albero. Sul posto, per effettuare i rilievi, si sono recati gli agenti di polizia del locale commissariato agli ordini del primo dirigente Pasquale De Lorenzo e del vicequestore Daria Alfieri. Il 62enne aveva raggiunto i boschi di Quisisana con un Suv grigio, di proprietà della moglie. All’interno del veicolo è stata rinvenuta una lettera di addio lasciata ai familiari. «Senza lavoro non riesco più a vivere, vi chiedo scusa»: questo in sintesi il testo della missiva scritta da D’Auria prima di compiere il tragico gesto. Inutile ogni tentativo di soccorso. Quando in via Giusso è arrivata un’ambulanza del 118 D’Auria era già morto. Il magistrato di turno, avvertito dagli agenti di polizia, non ha neppure sequestrato la salma, essendo chiarissime le motivazioni del decesso. Il 62enne era molto noto in città per la sua passione per lo spettacolo e, in particolare, per il teatro. «E’ una tragedia, l’ennesima, per tutta Castellammare» – affermano alcuni conoscenti – «Nicola era una brava persona, questo dramma ci rattrista e, ancora oggi, non riusciamo a comprendere il motivo di questo gesto». E un’intera comunità, quella stabiese, piange ancora un altro suo figlio, strappato alla vita dall’immane tragedia della crisi e della disoccupazione che, sempre più spesso, portano a depressione e sconforto. Intanto, secondo dati ufficiali, sono sempre di più i casi di suicidio per motivazioni economiche. Un fenomeno che interessa strati sempre più ampi della popolazione e che non risparmia nemmeno l’area sud della provincia di Napoli. (Il Mattino)

Clicca sul logo e scarica l’applicazione per il tuo smartphone. Una volta installato, clicca su “Radio Locale” e troverai Pimonte Sound Radio

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *