Legge di Stabilità, l’Unione Europea bacchetta l’Italia

Niente flessibilità sugli investimenti, il cosiddetto “bonus Ue” che aveva chiesto l’Italia, perché il debito italiano è troppo alto: lo ha deciso la Commissione Ue dopo aver analizzato la Legge di Stabilità. «L’Italia – scrive la Commissione – non ha accesso alla clausola per gli investimenti perché il debito non si è evoluto in modo favorevole».

Ue: Italia a rischio sforamento. La bozza di legge di Stabilità analizzata da Bruxelles mette l’Italia a rischio di “non rispetto delle regole su deficit contenute nel Patto di stabilità”: è questa l’opinione della Commissione che mette l’Italia nel gruppo dei Paesi a più alto rischio di sforamento dei parametri. «Per l’Italia c’è un rischio che, con i piani correnti, la regola della riduzione del debito non sarà rispettata nel 2014» si legge nella comunicazione della Commissione sulla valutazione delle leggi di stabilità dei paesi dell’Eurozona.

«Progressi limitati sule riforme». «La legge di Stabilità dell’Italia – dice la Commissione – evidenzia progressi limitati sulle raccomandazioni sulle riforme strutturali fatte dal Consiglio a maggio scorso».

Rehn: contiamo molto sulla spending review italiana. «La Commissione europea – dice il vicepresidente Olli Rehn – conta molto sugli impegni presi dal governo italiano, in particolare sulla spending review portata avanti da Carlo Cottarelli».

www.ilmattino.it

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *