Terra dei Fuochi, l’accusa a Napolitano: “Sapeva tutto ma ha sempre taciuto!”

“Ipocrisia e calunnia nelle parole di Napolitano che prima ha tenuto nascosto per anni la tragica situazione riguardante la Terra di Fuochi e poi viene a fare passerelle per il suo territorio”. È la dura accusa mossa da alcuni comitati campani, in particolare #fiumeinpiena, Movimento Agende Rosse, comitato No Inceneritore di Giugliano e Movimento di Insorgenza Civile, a seguito delle dichiarazioni del Presidente della Repubblica dopo l’incontro con il presidente della giunta regionale della Campania Stefano Caldoro.

‘”Credo – si legge nell’intervista rilasciata dal Capo dello Stato alle pagine del Mattino prima della conclusione della sua visita a Napoli – che sia stata fatta una campagna seminatrice di panico oltre che di discredito su Napoli con gravi conseguenze per la sua economia che e’ partita dai gravi fatti della Terra dei Fuochi’. La gravità – ha aggiunto Napolitano – di questo problema e’ stata definita e affrontata nel decreto del governo. Mi auguro che a tal proposito, ne possa scaturire un’informazione più misurata e costruttiva”.

E proprio queste affermazioni hanno fatto infuriare i rappresentanti dei comitati. “Napolitano era ministro degli Interni all’epoca delle dichiarazioni di Schiavone, poi secretate. Viene qui a fare passerelle – si legge in un volantino distribuito durante la visita del Capo dello Stato – ma non vuole affrontare i reali problemi di un territorio che è anche il suo”. I comitati lamentano, infatti, la mancata presa di posizione dell’allora ministro degli Interni, che avrebbe tenuto nascoste per vent’anni le dichiarazioni di Carmine Schiavone sull’inquinamento e sullo sversamento di rifiuti tossici in Campania.

cream

You may also like...

2 Responses

  1. MASSIMILIANO scrive:

    AVREBBE E’ SBAGLIATO.
    HA. PERCHE’SOLO DA POCO GLI ATTI SONO STATI DESECRETATI.
    SOLO UNA MINIMA PARTE. GLI ALTRI RELATIVI AI SITI INQUINATI ED ALLE COMPLICITA’DENTRO E FUORI LE ISTITUZIONI, DORMONO NEI CASSETTI.

  2. Mary scrive:

    Sono cose che noi pure sappiamo da anni e non abbiamo mai fatto nulla, per paura e perchè noi italiani siamo un popolo di omertosi!
    E’ una vergogna che Napolitano, che in quel momento – come ora, anche se in altre vesti – rappresentava lo Stato e non ha mosso un dito!! Intanto noi mangiamo diossina e chissà quante altre sostanze cancerogene.. Che schifo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *