Canone RAI: si può non pagarlo. Ecco come

È nulla la cartella di pagamento del canone Rai se il contribuente ha presentato denuncia di oscuramento delle reti e l’amministrazione non gli ha fornito alcuna risposta.   A dirlo è stata una recentissima sentenza della Commissione Tributaria Regionale del Lazio [1], destinata a far discutere e, probabilmente, ad essere utilizzata strumentalmente da qualche cittadino.   I giudici hanno accolto il ricorso di un contribuente che aveva presentato la richiesta di oscuramento delle reti RAI con l’apposita istanza (scaricabile a questo link: “Disdetta canone rai”) e osservando con precisione tutta la procedura imposta dalla legge (per sapere come fare, leggi l’articolo “Disdetta del canone RAI: attenzione alla procedura da seguire”). Tuttavia, alla richiesta, l’amministrazione non aveva mai risposto. Ciò nonostante il fisco aveva avviato la procedura di riscossione.   Secondo i giudici, in casi simili a questo l’eventuale cartella di pagamento per omesso pagamento del canone Rai dev’essere annullata. E ciò anche se, nel frattempo, l’abbonato ha continuato a fruire delle reti della TV di Stato. Insomma: è sufficiente presentare l’istanza e non ottenere alcuna risposta.

Ecco un estratto dell’articolo comparso sul quotidiano “Libero” che si è occupato della vicenda:

«L’amministrazione televisiva non aveva risposto e il fisco aveva proceduto all’emissione della relativa cartella, impugnata poi dal contribuente. Questi, dopo la soccombenza innanzi alla commissione provinciale, non si è dato per vinto e ha proposto opposizione in secondo grado, trovando finalmente ragione con una decisione destinata non solo a far discutere, ma soprattutto a diventare una via di fuga dalla tassa del monopolio televisivo di Stato. Secondo i magistrati laziali la cartella è nulla, anche se il cittadino ha continuato a usufruire dei servizi tv. È sufficiente, infatti, che egli abbia fatto denuncia di oscuramento alla Rai e questa non abbia risposto».

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *