Lotteria Italia: Pioggia di euro nel napoletano, sorridono Casoria, Pompei e Cimitile

E’ stato venduto a Lecco il biglietto del primo premio da 5 milioni di euro della Lotteria Italia. La serie e il numero del tagliando sono N339302. L’estrazione è avvenuta durante il programma tv La prova del cuoco, in onda su Raiuno. Gli altri tagliandi estratti di Prima categoria sono stati venduti a Torino, Palermo, Pietrasanta (Lucca), Casoria (Napoli), L’Aquila. L’anno scorso il tagliando da 5 milioni fu venduto a Napoli. Roma fuori dal premio Protagonista indiscussa negli ultimi anni, con 7 vincite di prima categoria in 14 edizioni, Roma nel 2013 non è in gioco per aggiudicarsi il primo premio della Lotteria Italia. Nella Capitale, riferisce Agipronews, la vincita massima manca dall’edizione 2009/2010.  Due tagliandi su sei venduti in autogrill Prosegue nel frattempo il binomio vincente tra Autogrill e Lotteria Italia: due dei 6 biglietti estratti di prima categoria sono stati venduti sulle autostrade italiane. Si tratta del tagliando O 264328 venduto nell’area di servizio Versilia Ovest sulla A12 Sestri, all’altezza di Pietrasanta (LU) e del tagliando O 311936 nell’autogrill L’Aquila Ovest sulla A24. Lo scorso anno erano stati tre i biglietti vincenti di prima categoria staccati in autostrada, tra cui il primo premio da 5 milioni di euro che andò a Modena; si conferma una media del 30% dei tagliandi vincenti di prima categoria venduti sulle autostrade italiane.

Ecco serie, numeri e luogo di vendita

-PRIMO PREMIO: 5 milioni di euro; N 339302 Lecco – Via Fratelli Cairoli 52

-SECONDO PREMIO: 2 milioni di euro; I 492864 Casoria (NA) – Via Armando Diaz 46

-TERZO PREMIO: 1,5 milioni di euro; D 401815 Torino – Via Rio de Janeiro 5/a

-QUARTO PREMIO: 1 milione di euro; O 311936 – L’Aquila – A24 Aquila

-QUINTO PREMIO: 500mila euro; O 264328 Pietrasanta (LU) – A12 Sestri

-SESTO PREMIO: 300 mila euro; E 452669 – Palermo – Via Nicoletti

I 30 biglietti di seconda categoria, il premio è di 60mila euro -E 031905 Castenodolo (BS)  -F 086085 Zola Pedrosa (BO)  -R 101823 Dolo (VE)  -B 158171 Pompei (NA)  -O 252700 Roma  -C 359277 Delebio (SO)  -G 183342 San Giovanni Valdarno (AR)  -Q 400205 Vicenza  -G 378560 Pontedera (PI)  -O 069479 Laterza (TA)  -B 199049 Andria (BT)  -S 046319 Modena  -R 433372 Pavia  -G 047241 Lecco  -O 483045 Mondolfo (PU)  -S 236962 San Martino (PR)  -E 252284 Sasso Marconi (BO)  -S 111880 Sesto Fiorentino (FI)  -S 211289 Roma  -D 040627 Milano  -M 411936 Cimitile (NA)  -M 257850 Acquasparta (TR)  -F 185215 Casapulla (CE)  -M 445725 Campogalliano (MO)  -O 289415 Milano  -P 412912 Porto Sant’Elpidio (FM)  -N 282082 Anagni (FR)  -E 271311 Castel San Pietro Terme (BO)  -Q 104171 Ciriè (TO)  -R 352619 Gallicano nel Lazio (RM)

Lotteria Italia, le vendite Complessivamente la Lotteria Italia ha venduto 7.675.300 biglietti per una raccolta complessiva di 38.376.500 euro. Nel corso delle trasmissioni televisive, e grazie alla lotteria istantanea e agli altri giochi abbinati al biglietto, sono stati già assegnati premi per circa 16,5 milioni di euro. Questi i premi di prima categoria: 1/mo Premio 5.000.000 di euro, 2/o 2.000.000, 3/o 1.500.000; 4/o Premio 1.000.000, 5/o Premio 500.000 euro, 6/o 300.000. In tutto poi 30 i premi di seconda categoria, ciascuno da 60 mila euro. Infine saranno 100 i premi di terza categoria da 20 mila euro. Ai rivenditori presso i quali sono stati acquistati i biglietti vincenti è stato riservato un premio complessivo di 59.000 euro.  180 giorni per reclamare la vincita Per riscuotere le vincite i possessori dei tagliandi vincenti della Lotteria Italia sono tenuti a presentare il biglietto, integro e in originale, presso uno sportello di Banca Intesa Sanpaolo oppure presso l’Ufficio Premi di Lotterie Nazionali. Il biglietto può anche essere spedito presso l’Ufficio Premi, a mezzo di raccomandata A/R, indicando le generalità, l’indirizzo del richiedente e la modalità di pagamento richiesta (assegno circolare, bonifico bancario o postale). I premi devono essere richiesti entro il 180/mo giorno successivo a quello della pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del bollettino dell’estrazione. Il pagamento invece avviene entro 30 giorni dalla data di presentazione del biglietto.  Sempre meno biglietti  La Lotteria del 6 gennaio è ormai l’unica lotteria tradizionale in Italia. Si è lontani dai picchi degli anni Novanta quando c’erano fino a 13 estrazioni l’anno. Il calo delle vendite dei biglietti ha portato progressivamente al taglio del numero di estrazioni. La crisi arrivò all’inizio del 2000: dalle 6 lotterie nel quinquennio 2000-2004 si è scesi alle 5 del 2005, alle 4 del triennio 2006-2008, poi alle tre nel 2009 (Sanremo, Giro d’Italia e Lotteria Italia), due nel 2010 (Sanremo e Lotteria Italia) fino ad arrivare a una sola dal 2011 in avanti.

http://www.rainews.it

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *