Lo Studio

studio

557091_10200940238520611_1627812067_n

 

Studio

 

Negli studioli improvvisati in via Casa Cuomo si respirava un’atmosfera magica, allegra, familiare, genuina. Le 2 ore di diretta della prima storica trasmissione “Alè Pimonte” si trasformavano in una grande festa. C’era chi arrivava con vassoi di affettati, pizze, panuozzi, panini con la mortadella, caffè, biscotti, pastiere e chi più ne ha più ne metta. L’entusiasmo e la voglia di questa nuova avventura tirata su da un gruppo di amici crescevano giorno dopo giorno. Una ventata di freschezza, una novità che in pochi giorni è arrivata sulla bocca, o meglio alle orecchie di tutti.

“Radio Pimonte Sound” come uno tsunami è entrata nelle vite di noi tutti. Dai pimontesi di Pimonte, a quelli che vivono sparsi per l’Italia e all’estero, a tutti gli amici dei Monti Lattari.

Ma la famiglia di Rps voleva crescere, doveva crescere. Ed ecco che decine di ragazze e ragazzi che volevano trasmettere, essere DJ e realizzare quello che era un po’ il sogno di tutti: condurre una trasmissione radiofonica. Già ma lo studio improvvisato in Via Casa Cuomo era un pochino stretto. L’onda d’urto di Rps era devastante. Ed ecco che come una manna dal cielo ci accoglie la signora Anna in Piazza Roma. In pochi giorni diventata la nonna di tutti noi speakers e un po’ di tutto il popolo di Rps. La signora Anna mette a disposizione tutto per noi giovani e meno giovani di Rps. Ci ospita, ci vizia, ci coccola. Dona il cuore alla famiglia di Rps e adesso con un pizzico di malinconia lasciamo questo piccolo grande studio. Uno studio che è diventato stretto ma abbastanza ampio da ospitare un pezzo di storia di “Radio Pimonte Sound” e le storie di noi speakers. La storica trasmissione “Alè Pimonte” non è più sola. Il palinsesto si allarga. Ed ecco “Orgoglio Partenopeo”, “Serenata Rap”, “Parla che ti passa”, LiberaMente”, “Mille Lire”, “Il sabato del villaggio” e tante altre trasmissioni condotte da giovani audaci e motivati ai quali tremava la voce emozionati dalla “prima volta” davanti ad un microfono.

 

Adesso si volta pagina. Un nuovo importante avvenimento sta per travolgere la nostra famiglia. Rps si trasferisce nella sua nuova casa, quella definitiva. Uno studio radiofonico all’avanguardia, di ultima generazione, capace di ospitare speakers, tecnici ma soprattutto i tanti ospiti che prenderanno parte alle nostre trasmissioni. Uno studio che non ha nulla da invidiare agli studi delle più celebri radio nazionali. Il futuro è adesso, il futuro siamo noi, il futuro siete voi nostri web radioascoltatori. Domani 19 agosto a partire dalle 20 unitevi alla nostra festa di inaugurazione. Perché al di là del vetro, oltre alla parte tecnica, ci saranno tutti i nostri sogni riflessi negli occhi luccicanti di chi crede e continuerà a credere in questo progetto. UANEM E SOUND
Crescenzo Amodio